Water&seeds random sequencer


5a versione (Novembre 2013)

Questa versione utilizza la scheda Arduino Due; dispone di 16 controlli e 6 pulsanti, che consentono di estendere le variabili controllate:
- luminositÓ dei laser
- soglia di attivazione delle fotoresistenze
- equalizzazione del volume tra i 10 canali
- equalizzazione del valore "velocity" su base scostamento dal note number centrale (enfasi low-high)
- controller assegnabili

4a versione (Novembre 2012)

Il comando cluster consente di assegnare una nota distinta a ciascun canale midi. Utilizzando il comando cluster, il gruppo delle 10 note varia tra:
- Min: le 10 note sono identiche
- Max: le 10 note sono distribuite entro 20 semitoni, attorno alla nota centrale (canali 5 e 6) definita dal comando pitch.

3a versione (Luglio 2012)

Questa terza versione utilizza 10 coppie laser/fotoresistenze e 10 canali midi. I comandi disponibili sono:
- value (durata della nota)
- volume
- pitch: nota centrale
- spread: grado di distribuzione del cluster
- velocitÓ della girante che mette l'acqua in rotazione
Il comando value definisce il minimo intervallo di ripetizione del sample, consentendo di ignorare parte dei segnali provenienti dai sensori. Il comando value definisce il tempo per note number=60 (C4); per gli altri note number viene calcolato un valore proporzionale allo scostamento da 60:
value(x)=value*2^((60-|x|)/12)



2a versione (Marzo 2012)

Questa seconda versione consente di produrre cluster di suoni con distanze reciproche di frazioni di tono. Il dispositivo impiega 5 laser-led e 5 fotoresistenze, e si utilizza agendo su questi controlli:
- pitch: nota centrale
- spread: grado di distribuzione del cluster
- velocitÓ della girante che mette l'acqua in rotazione

I canali midi impiegati sono 5 per garantire la migliore indipendenza dei 5 suoni. Il comando pitch definisce la nota di riferimento che viene suonata su tutti i canali midi; il comando spread definisce il valore di Pitch Bend dei vari canali: nella posizione "MIN" tutti i canali hanno Pitch Bend = 0, nella posizione "MAX" il Pitch Bend ha un valore differenziato su ciascuna canale, con valori estremi per i canali 1 e 5.



Un esempio:


Il campione sonoro viene da lui:


L'expander utilizzato Ŕ un Yamaha TX16W.

1a versione (Luglio 2009)

Questo apparato Ŕ un random sequencer midi realizzato su piattaforma Arduino. "Random" in quanto la sequenza degli eventi generati dipende dal movimento casuale di piccoli semi in sospensione nell'acqua.



L'apparato Ŕ costituito da:
- un vaso cilindrico trasparente, contenente acqua e piccoli semi in sospensione
- piattaforma Arduino
- array di 6 led laser
- array di 6 fotoresistenze

Muovendo il vaso, o l'acqua contenuta all'interno, i semi in sospensione interrompono in modo casuale il persorso dei laser; l'interruzione dei laser viene rilevata dalle fotoresistenze e trasmessa alla scheda Arduino, che a sua volta converte i segnali ricevuti in messaggi midi.


Dimostrazioni

12/07/2009
Santarcangelo dei Teatri 2009
Presentazione nel corso della serata dedicata alla Gara delle batterie elettroniche.

08/07/2009
Gara delle Batterie Elettroniche - 8 Luglio 2009 - Montelupo